Non si può migliorare quello che non si misura | BM Impianti elettrici industriali
Monitoraggio dei consumi elettrici

Non si può migliorare quello che non si misura

In un mondo sempre più minacciato dall’inquinamento e dagli sprechi, l’attenzione e l’impegno che le aziende mettono in campo per essere più green, sono attività viste di buon occhio dal mercato e dai partners. Uno degli strumenti che può essere d’aiuto per migliorare l’efficienza energetica dei sistemi produttivi è sicuramente il monitoraggio dei consumi elettrici.

Inoltre, attraverso questa implementazione molto importante in azienda, è possibile ottenere un risparmio economico, ma non è tutto, tra poco indicheremo in che modo il monitoraggio dei consumi può avvantaggiare e migliorare la produttività dell’azienda. Partiamo da una  certezza difficilmente contestabile:

Non è possibile migliorare quello che non si misura

Il monitoraggio degli impianti elettrici industriali fornisce in tempo reale dati sui consumi facilitando l’analisi e fornendo una reportistica utile alle figure preposte alla gestione dei consumi come ad esempio energy manager, responsabili di stabilimento, di reparto, di manutenzione ed all’amministrazione.

Non è solo un fatto di filosofia green, ma è anche una questione pratica di competitività, minori consumi, maggiore efficienza forniscono un grande vantaggio competitivo sul mercato. Costi operativi e miglioramento dei flussi energetici diventano molto difficili da gestire se non è possibile monitorare l’impianto con sistemi intuitivi, affidabili ed in grado di fornire dati leggibili ed usabili.

Grazie alla tecnologia tutto questo è possibile, ed inoltre il monitoraggio dei consumi consente di:

  • rilevare in tempo reale consumi anomali e quindi evitare sprechi
  • avere informazioni fondamentali sul controllo di processo
  • prevenire malfunzionamenti e rotture
  • impostare politiche di manutenzione predittiva e preventiva
  • rilevare errori di progettazione sugli impianti

Prevenire malfunzionamenti e rotture

Uno dei grandi vantaggi è indubbiamente la possibilità di prevenire malfunzionamenti e rotture di macchinari di produzione. Spegnere la macchina a seguito di un piccolo malfunzionamento, operare una manutenzione per il ripristino evitando rischi peggiori, fa risparmiare tempo e soldi, permette di programmare il fermo macchina ed ottimizzare la produzione, uno scenario ben diverso dalla rottura improvvisa, dove l’inconveniente può essere molto più problematico e come spesso succede, a causa della legge di Murphy, il guasto avviene durante un picco di produzione.

In sostanza il monitoraggio dei consumi da una serie di vantaggi che si ripercuotono positivamente sulla produzione, sulla gestione e sulla filosofia green molto attuale per essere più appetibili sul mercato e per nuovi partners.

Aiutaci a crescere, basta una condivisione:
Follow by Email
Facebook
LinkedIn
Whatsapp